Casa La Dolce Vita

La Dolce Vita

Panorama dell’Isola a 360°

Per facilitare la Vostra visione panoramica, selezionate la modalità a schermo intero e scoprire maggiori dettagli dell’isola di Lussino grazie al nostro panorama a 360°.

La Dolce Vita **** appartamenti

Per una piacevole vacanza per le coppie!

Montevideo - sea view apartment Olive

Godetevi l'atmosfera confortevole del nostro appartamento!

Cose da non perdere

Veli Lošinj (Lussingrande)

Speciale e degna di ammirazione è certamente la chiesa parrocchiale di S.Antonio Abate, del XV secolo, ampliata e ristrutturata in stile barocco nel 1774.

La chiesa racchiude la più grande collezione di dipinti di maestri italiani delle isole del Quarnero, quali Vivarini, Strozzi, Quereno, Hayez, Cossa e Pollenza. Oltre ai dipinti sono presenti numerose opere d'arte, l'organo del costruttore Callido, nonché le reliquie di S.Gregorio. La chiesa è aperta al pubblico nei mesi estivi dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 19 alle ore 21.

La Chiesa della Madonna degli Angeli fu costruita nel 1510; i capitani lussinesi la trasformarono in una vera e propria galleria d’arte.

La chiesa di San Giovanni da cui ha preso il nome il colle offre una veduta panoramica su Lussinpiccolo e Lussingrande; esiste anche un sentiero escursionistico che porta fino alla parte che si trova nell’estremo sud dell’isola di Lussino.

La torre veneziana del 1445, costruita a difesa del porto dagli attacchi dei pirati che attaccavano dal mare. La torre è il motivo ispiratore dello stemma di Lussingrande. Attualmente, la torre è un Museo aperto a tutti coloro che visitano Lussingrande.

Porto di Rovenska: nel 1856 soggiornò a Lussingrande l'arciduca Massimiliano d'Asburgo, fratello minore dell'imperatore Francesco Giuseppe I, a quei tempi ammiraglio della marina austriaca e in seguito imperatore del Messico, il quale, in quell'occasione, pose la prima pietra per la costruzione del molo di Rovenska. Nella baia di Rovenska si trova l'antico frantoio, l'unico ancora rimasto in uso a Lussingrande, caratterizzato dall'antica tecnologia idraulica per la trasformazione delle olive.

Il centro informazioni sul mare: grazie a proiezioni multimediali e interattive, oggetti esposti e conferenze, offre numerose informazioni utili per apprendere molto sui fondali di Lussino e sui delfini che vi abitano. L'orario d'apertura nei mesi di luglio e agosto è dalle 9 alle 13 e dalle 18 alle 22.

Parco naturale "Podjavori" con la residenza invernale dell’arciduca asburgico Carlo Stefano; oggi è un celebre centro di cura climatica.

  • CATEGORIA DI TUTELA: parco foresta
  • SUPERFICIE: 39 ha
  • POSIZIONE: Lussingrande, sulle falde del monte Kalvarija
  • ANNO DI PROCLAMAZIONE: 1993
  • ALTEZZA SUL LIVELLO DEL MARE: 30 – 231 m
  • FLORA: alloro (Laurus nobilis), leccio (Quercus ilex), lentisco (Pistacia lentiscus), mirto (Myrtus communis), viburno (Viburnum tinus), caprifoglio delle macchie (Lonicera implexa), cipresso (Cupressus sempervirens), pino d'Aleppo (Pinus halepensis), pino domestico (Pinus pinea), sequoia (Sequoia sempervirens), cedro (Cedrus deodara), cipresso del Tibet (Cupressus torulosa), magnolia (Magnolia grandiflora), palme e altri esemplari esotici di dendroflora.

Mali Lošinj (Lussinpiccolo)

Passeggiando per la strada costiera arriverete al promontorio più sporgente di Cigale (Čikat), chiamato anche promontorio della Madonna Annunziata, che deve il nome alla chiesa votiva dell’Annunciazione della B.V. Maria.

Lì batte, per modo di dire, il cuore di Lussino. La chiesa odierna, dalla facciata classicistica, fu costruita nel 1858 accanto a una precedente, più piccola. Dal promontorio la vista spazia lontano nel mare aperto. Da qui le mogli e le madri lussignane prendevano congedo dai loro cari e qui attendevano il ritorno delle loro navi.

Chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine e piazzale (1696 –1775). La chiesa è a tre navate, sull’altare ci sono le reliquie di san Romolo e l’immagine della Natività di Maria Vergine.

Collezione d’arte di Andro Vid e Katarina Mihičić e collezione degli antichi maestri Piperati.

Orario d'apertura: dal 15 giugno al 14 settembre 2009, dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 19 alle 22. Lunedì chiuso.

Il giardino profumato lussinese – vivaio di erbe officinali dell’isola, a Lussinpiccolo. Con l’aiuto di una guida dedicata, i visitatori possono conoscere la ricca flora dell’isola, le proprietà officinali delle erbe e acquistare un souvenir tipico dell’isola.

Ćunski

L' antico frantoio aperto al pubblico nel periodo estivo.

L' antico frantoio –TORAĆ in dialetto locale- costruito verso il 1897, unico antico frantoio giunto fino ai giorni nostri.

Osor (Ossero)

Il Campanile - situato a est della chiesa, opera del maestro Jakov Galeto di Veglia (Krk) - risale al 1575. Nel XVIII secolo il campanile venne tramezzato e nel 1901 ricostruito ed elevato fino all'altezza che presenta ancora oggi.

Museo civico - municipio del XV secolo. (i resti risalgono all'epoca paleocristiana se non a un'epoca ancora precedente).

Edificio ad un piano con grande loggiato, dove si trova il busto del parroco osserino Ivan Kvirin Bolmarčić, noto per aver svolto, anche se da dilettante, le prime ricerche archeologiche dal 1868 al 1881. Al primo piano si trova il museo con la collezione archeologica, che comprende reperti preistorici, antichi e medievali.

Il giardino delle sculture "Scultura e musica" - una serie di sculture bronzee, sul tema della musica. Sono state collocate nel corso degli anni in cui si sono svolte le passate edizioni delle Serate musicali di Ossero e vanno ad arricchire Ossero con opere di scultori croati molto noti. Si tratta di una serie unica di sculture, che comprende riproduzioni di opere di artisti croati di prim'ordine, come Ivan Meštrović, Fran Kršinić, Vanja Radauš, Ivan Rosandić e Belizar Bahorić, e un'opera originale, di Marija Ujević, dedicata al musicista Jakov Gotovac.